In italiano

Rissorse Umane

Traduction : Daniela Minieri

 

– Non ne posso più di tutto questo. Battaglie perse nell’istituzione che schiaccia
quartieri già schiacciati. Parlami della Bretagna!
– Guarda sto coltivando il mio orto. Hai visto le foto?
– Sì è già pronto all’uso è questo che mi è sembrato incredibile! Si vedono il capanno e il chiosco, sembra magnifico!
– Sarà fantastico: tutti gli amici che si sentono esausti possono venire a riposarsi. Vedrai, ai tuoi bambini piacerà tantissimo pescare e andare in barca sullo stagno.
– Sicuramente.
– Devo solo trovare 30 000 euro! Altrimenti è pronto! Anche per il cinema all’aperto, ho già qualche poltrona. Ce ne vogliono 40 ma non immagini quanta gente c’è su Donnons.org che si sbarazza delle sue vecchie poltrone!

– Ma compri tutto da sola o insieme ad altri?
– Che domande! Da sola! L’ultima cosa che voglio in questo momento è sperimentare l’orizzontalità mentre sono allo stesso tempo responsabile del mio chiosco.
– Capisco, non mi sorprende…
– Lo staff che monterà il bicicinema sarà ricompensato per il suo lavoro. Sia in denaro oppure attraverso l’utilizzo del terreno. Prestarlo a coloro che vogliono farci qualsiasi cosa. Ora va di moda salvare capodogli arenati negli stagni. O anche per le associazioni di traduttori che vogliono farsi una balera nelle belle giornate.
– E hai qualche sovvenzione?
– Non le voglio. Voglio comprare il mio terreno, proiettare film di amiche e invitare amici. Fare le cose con calma. Se tocco i soldi pubblici, divento esigente, lo sai, per colpa di Mnouchkine. Voglio andare piano piano. Ma i finanziamenti di terreni ricreativi non sono semplici. La MAIF ha rifiutato la mia richiesta. Vuole prestarmi 100 000€ per un appartamento e non 30 000€ per un terreno. O è troppo o non è abbastanza. Non ho capito bene.
Adèle sorride.
– Ho un ex che ha dei soldi da qualche parte in Asia…
– Ottimo! E allora cosa aspetti?
– Sì ma sono 14 anni che non lo chiamo. Si fa questo?
Adèle ride.
– Tu non osi chiamare le Risorse Umane per fargli fare il loro lavoro dicendogli “ho 3 bambini e non posso permettermi di
avere un burn-out « , ed è vero che tu hai 3 bambini e non puoi permetterti di avere un burn-out, e io dovrei chiamare il mio ex per chiedergli come sta e 30 000€?

Moriamo dalle risate.
– Ma chi c’è accanto, come sono i vicini?
– Non ce ne sono molti, è una zona protetta. A Nord, c’è la città che inizia con i suoi bar se si va per la salitina per lasciare la vallata. E a Sud iniziano i percorsi di trekking. C’è una bella villetta, un antico mulino ad acqua con una famiglia molto simpatica che mi darà le due pecore e che vuole comprare un altro pezzo della zona in cooperativa per fare un (vero) orto.
– A cosa servono le pecore?
– A tagliare l’erba.
– Ah certo. Va bene. Allora devo andarmene da Parigi con Alex e i bambini.
– Sì, ti propongo addirittura di passare direttamente al piano B saltando la tappa burn-out, chiama Jean Jacques Machin e Brigitte Truc alle 14:00 e dammi loro notizie. Bisogna trovare la persona gentile e competente nascosta nell’organigramma. Per quanto mi riguarda, io ho solo una scelta: devo trovare un mecenate. E non te l’ho ancora detto: Caroline è disposta a venire alla prima proiezione!

– In Ille-et-Vilaine? Non è troppo lontano dal canale Saint-Martin?
– Ha detto che verrà!
– Allora vuol dire che bisogna lanciarsi, raccogliere tutti gli euro possibili! Quando
ci sarà la prima?
– Nella primavera del 2019, tranquillamente, ma pensi che Caroline verrà persino a fare un giro in barca?!

Daniela Minieri